Archivio | SI, VIAGGIARE… RSS feed for this section

Gita a Firenze

3 Nov

img-20161031-wa0006

Abbiamo trascorso 4 splendidi giorni a Firenze per il ponte di Ognissanti. E’ stata la prima gita in una città d’arte con la nostra piccola Alice e siamo veramente felici della perfetta riuscita.

Naturalmente prima di partire ci siamo documentati sulle attività più adatte per i bambini a Firenze e, in particolare, per bimbi di 3-4 anni. Su Amazon ho trovato, inoltre, un opuscolo molto carino per attirare l’attenzione dei bimbi in visita ad una città d’arte: La Pimpa va a Firenze! Lo consiglio vivamente ed ho scoperto che la collana include varie città Italiane… 😉

Siamo arrivati a Firenze con 1 ora e mezzo del comodissimo Freccia rossa. La scelta di viaggiare in treno è stata ottima…cosa c’è di più emozionante per un bimbo?

Abbiamo alloggiato in un Airbnb (the Hearth of Florence, per la precisione)  in pieno centro. Consiglio vivamente questa soluzione di alloggio perché permette di vivere in pieno centro e di avere a disposizione un appartamento: abbiamo notato che oltre le 18 non era più possibile andare in giro con la nostra bimba…era troppo stanca. L’appartamento ci ha permesso di rilassarci e di cenare con calma. A proposito, il supermercatino Carrefour express a Via Dante è comodissimo e con prezzi decenti.

Firenze è piccolina e si gira benissimo a piedi (con passeggino). Alice era entusiasta di andare a scoprire i monumento della città (anche perché ogni monumento le permetteva di attaccare un adesivo sul mitico opuscolo della Pimpa!).

Consiglio vivamente di visitare Palazzo Vecchio prenotando una delle tante visite guidate per bambini che organizzano. Noi abbiamo fatto quella della “Tartaruga con la vela”: bellissima! Se si prenota la visita guidata su internet, inoltre, si santa la coda per acquistare i biglietti di ingresso!

Altro posto molto affascinante è stato il campanile di Giotto. La nostra Alice è salita su in cima senza problemi e si è divertita un mondo! Poi quando siamo scesi…beh..è crollata sul passeggino e ci siamo potuti godere la visita del Museo dell’opera del Duomo in santa pace J. Il biglietto del campanile (anche questo acquistato online) permette di visitare anche il museo, il battistero, la cripta e la cupola.

La cosa che abbiamo capito è che quando si viaggia con i bambini occorre alternare le visite culturali a momenti di svago. Abbiamo trovato le nostre “ancore di salvezza” nel rilassante parco giochi di Lungarno di Santa Rosa, nella storica giostra di Piazza della Repubblica, nel Disney Store e nel reparto Kids della Feltrinelli di Piazza della Repubblica. Avevamo pensato anche alla sezione bambini della biblioteca delle Oblate, al Parco Giochi di Piazza Massimo D’Azeglio, al Giardino di Borgo Allegri e al Giardino dell’orticultura, ma non abbiamo avuto tempo.

Per i pasti, consiglio la zona della casa di Dante. In particolare, il forno Santoni a Via dei Cerchi, la vicina pizza a taglio Totò e il paninaro Da’ Vinattieri accanto alla chiesa di Dante.

Naturalmente ci sono tantissime altre cose da fare e vedere a Firenze con i bambini (Museo degli Innocenti, Uffizi, Giardino di Boboli, Palazzo Strozzi…)..quindi ci torneremo!

 

Link interessanti:

http://thefamilycompany.it/2014/02/13/visitare-firenze-con-bambini-progetto-firenzepopup/

http://www.mammeafirenze.it/generale/la-mappa-di-firenze-per-i-bambini/

Ristorante Bagnolo – Ostia Antica

10 Mar

bagnolo

 

Ristorante Bagnolo
Via Giovanni Spano, 10
Roma Ostia Antica
www.ristorantebagnolo.it 

 

Stati in questo ristorante con amici e con due bambini di 2 anni.
La struttura è carina e curata e il parco giochi all’esterno è molto bello e adatto ad ogni età.

Ci sono molti seggioloni in legno per i bambini e dei piccoli particolari che lo rendono abbastanza family friendly (bicchieri in plastica rigida per bimbi, pieghevole da colorare per ogni bambino, menù kids, animazione…)

La qualità del cibo è nella norma. Buoni i fritti, i tortelli di zucca e la carne alla brace. Cacio e pepe mediocre e dolci troppo “classici”.

Peccato per il servizio….siamo stati 4 ore a tavola! Il servizio lento è sempre irritante, ma in presenza di bambini piccoli è assolutamente inaccettabile…

Con qualche piccola attenzione in più sarebbe un ristorante family friendly da consigliare.

Novità: locali family friendly!

30 Gen

Immagine1

Andare a mangiare una pizza o a fare un brunch con gli amici potrebbe trasformarsi in un incubo se si è con i bimbi piccoli… Questo perchè Roma non è proprio una città family-friendly, a differenza di altre capitali europee, come Londra, in cui seggioloni, fasciatoi, menù per bambini e aree-gioco sono presenti in quasi tutti i locali.

Fortunatamente le cose stanno cambiando e le famiglie romane hanno una sempre crescente voglia di uscire e di farlo tutti insieme, bimbi inclusi!

Nella nuova pagina del blog LOCALI FAMILY FRIENDLY riporto un elenco di locali in cui ho trovato caratteristiche che li rendono family-friendly!

Stay tuned per gli aggiornamenti… 🙂

BUON NATALE!

22 Dic

Nell’augurare Buon Natale e un meraviglioso 2012, tiro fuori dalla dispensa la ricetta del Panettone farcito che ho preparato lo scorso anno: eccolo QUI!

…ci aggiorniamo il 26 con le “creazioni” per il Natale 2011: stay tuned!

Lentamente muore

6 Lug

Ieri è terminato il mio corso di Yoga e l’insegnante ha recitato questa meravigliosa poesia di Pablo Neruda. Grazie Natasha!

Lentamente muore chi diventa schiavo dell’abitudine,

ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi,

chi non cambia la marca,

chi non rischia e cambia colore dei vestiti,

chi non parla a chi non conosce.

Muore lentamente chi evita una passione,

chi preferisce il nero su bianco

e i puntini sulle “i” piuttosto che un insieme di emozioni,

proprio quelle che fanno brillare gli occhi,

quelle che fanno di uno sbadiglio un sorriso,

quelle che fanno battere il cuore davanti all’errore e ai sentimenti.

Lentamente muore chi non capovolge il tavolo,

chi è infelice sul lavoro,

chi non rischia la certezza per l’incertezza,

per inseguire un sogno,

chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai consigli sensati.

Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi non ascolta musica,

chi non trova grazia in se stesso.

Muore lentamente chi distrugge l’amor proprio,

chi non si lascia aiutare;

chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna o della pioggia incessante.

Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo,

chi non fa domande sugli argomenti che non conosce,

chi non risponde quando gli chiedono qualcosa che conosce.

Evitiamo la morte a piccole dosi,

ricordando sempre che essere vivo richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di respirare.

Soltanto l’ardente pazienza porterà al raggiungimento di una splendida felicità.

(P. Neruda)

Barcellona…olè!

12 Gen

 

Siamo tornati da poco da Barcellona: una città caledoscopica e sorprendente!

“Sembrano tante meravigliose città in una!”, questo è stato il mio commento a fine viaggio dopo aver respirato l’aria decadente del Barrì Gòtic, essere rimasta a bocca aperta davanti alle opere geniali di Gaudì, aver passeggiato sul bagnasciuga della spiaggia di Barcelloneta, aver mangiato nel mercato della Bouqueria…

Sul sito di Turistipercaso ho postato il nostro racconto di viaggio.

Ecco qui una selezione delle nostre foto “artistiche”, le altre sono su Flicker!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Buon Natale a tutti!!!

23 Dic